A

Per un uso corretto dei termini più controversi in medicina

  • Ab e non AB per l’abbreviazione di anticorpo
  • ACE-inibitori (classe di farmaci) e non inibitori dell’enzima di conversione
  • aciclovir e non acyclovir
    Errore comune, ma in italiano non ha la y
  • acido acetilsalicilico e non aspirina
    Il primo è il principio attivo, la seconda un nome commerciale, anche se – va detto – sempre più accettato nell’uso comune
    Vedi anche l’articolo Questo o quello/lettera A
  • acido glutammico e non acidoglutamico
  • acronimi e sigle, esempio di esplicitazione:
    … il sistema nervoso centrale (SNC) …
    … la malattia di Alzheimer (Alzheimer disease, AD) …
  • adenosina trifosfato (ATP) preferibile a adenosintrifosfato
  • ad hoc in corsivo
  • adrenalina e non epinefrina
    Epinefrina è un calco semantico dall’inglese epinephrine, ma in italiano non è corretto
    Vedi anche l’articolo Questo o quello/lettera A
  • aerobio e aerobico non sono equivalenti: il secondo è derivato del primo. “Aerobio” è la cellula, o tessuto od organismo che richiede ossigeno per compiere i propri processi metabolici; “aerobico” è, per esempio, il processo
  • alcol preferibile a alcool (e derivati di alcol)
    Preferibile una sola “o”
  • amfetamina e non anfetamina
    Errore comune l’uso della “n” in luogo della “m”
  • amfotericina e non anfotericina
  • ammide e non amide
  • amminoacido e non aminoacido
    e così per tutti i nomi composti
  • AMP ciclico e non AMP-ciclico
  • anaerobio e anaerobico
    Vedi aerobio e aerobico
  • angina pectoris in tondo
  • anello fibroso e non annulus o anulus
    Anello fibroso aortico, destro, polmonare, sinistro
  • ante partum preferibile senza trattino e in tondo, così come post partum ecc.
  • antero-laterale
    Nei termini che indicano una direzione è preferibile mantenere l’uso del trattino
  • antinfiammatori e non antiinfiammatori o anti-infiammatori, e similmente tutte le forme con doppia “i” (antipertensivi, antistaminici…)
  • apolipoproteine: apoCIII, apoB48, apoE ecc.
  • aponeurosi e non aponevrosi
  • apparato circolatorio (o cardiovascolare) e non sistema circolatorio
    Vedi l’articolo Apparato o sistema?
  • apparato di Golgi e non apparato del Golgi
  • archei preferibile a Archea
  • arteria coronaria e non arteria coronarica
    “Coronario” è “formazione disposta a guisa di corona intorno a un organo”; “coronarico” è pertinente alle arterie e vene coronarie, per cui insufficienza coronarica, circolo coronarico ecc.
    Vedi anche l’articolo Questo o quello/lettera A
  • arterovenoso e non arteriovenoso
  • aspecifici e non non specifici
  • assile e non assiale, se riferito allo scheletro (lo scheletro assile)
    Assiale è detto di proiezione radiologica oppure di organo o struttura lungo l’asse principale di una formazione di ordine superiore
  • assuefazione (a un farmaco) e non tolleranza
    L’assuefazione a un farmaco si manifesta con la tolleranza verso il farmaco stesso o con una sindrome da astinenza
  • astenia e non debolezza o fatica o affaticamento
    “Stanchezza”, invece, può essere usato specie nei testi destinati al paziente per la descrizione degli eventi avversi. Anche l’inglese “fatigue” va benissimo in specifici contesti
  • aterosclerosi e arteriosclerosi non sono sinonimi
    (L’aterosclerosi è la forma più comune di arteriosclerosi)
  • ATPasi e non ATP-asi
  • atrioventricolare (senza trattino)
  • auscultazione e non ascoltazione

2 Comments

  1. Buongiorno Tiziano,

    utilissimo come sempre questo post. Se posso, non sarei così categorica su astenia per fatigue, poiché la resa varia necessariamente a seconda del contesto. Ci sono testi (penso ad esempio ai consensi informati) in cui astenia risulterebbe troppo ostico a mio parere. Nei testi destinati al paziente preferisco quindi “stanchezza”, il traducente attualmente previsto da MedDra per la descrizione degli eventi avversi (v. https://spor.ema.europa.eu/rmswi/#/searchback/lists/100000000006/terms/100000023225). Nei testi destinati agli addetti ai lavori in genere lascio “fatigue” in inglese, poiché ha un significato più ampio, che abbraccia sia la sfera fisica che psicologica.

    Un caro saluto,
    Maria Luisa

    "Mi piace"

    1. Grazie, ma fai attenzione: io ho scritto “astenia” al posto di “fatica”, non di “fatigue”. “Fatigue” va benissimo, anzi lo aggiungo all’elenco dei termini inglesi che si possono accettare senza doversi tradurre. Però concordo con te che “stanchezza”, specie nei testi destinati al paziente, va benissimo. Aggiorno tutto! Grazie, questo è il vero spirito del blog.

      "Mi piace"

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...